TASI – Tributo sui Servizi Indivisibili

 

Cos’è la TASI?

La Tasi è l'acronimo di Tributo sui Servizi Indivisibili istituita dalla Legge di stabilità n. 147 del 27 dicembre 2013 art. 1. .). Rappresenta la componente relativa ai servizi indivisibili dell’Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare i costi dei servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale.

 

Presupposto e soggetto passivo

 

La Tasi è pagata da chi possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati, ivi compresa l'abitazione principale e aree edificabili, come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.”. L'occupante però verserà solo una parte del totale compresa fra il 10% ed il 30% secondo quanto verrà stabilito dal regolamento Comunale della Tasi 2014.
In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.
In caso di locazione finanziaria, la Tasi è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto ( per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna).
In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la Tasi è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.
Nel caso di locali in multiproprietà, il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della Tasi dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

Costi

La TASI ha per fine la copertura dei servizi indivisibili.

 

Quali sono i servizi indivisibili?

 

La legge 147/2013 prevede che il regolamento comunale dovrà individuare i servizi indivisibili, dando indicazione analitica, per ciascuno di tali servizi, dei relativi costi alla cui copertura la Tasi è diretta.
I servizi indivisibili sono le attività del Comune che non vengono offerte ”a domanda individuale”, come accade per esempio nel caso degli asili nido o del trasporto scolastico. Si tratta, quindi, di una serie di servizi molto ampia, come per esempio l'illuminazione pubblica,la sicurezza, l'anagrafe, la manutenzione delle strade ecc.

Tempi

Secondo le modifiche introdotte dalle Commissioni Finanze e Bilancio della Camera al decreto "Salva-Roma ter" la Tasi si pagherà il 16 giugno e il 16 dicembre di ogni anno. È consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno di ciascun anno.
Tuttavia si consiglia di tenersi informati per eventuali modifiche del testo, perché con molta probabilità a breve ci saranno ulteriori novità in merito. 

Note

Superficie imponibile

 

La base imponibile è quella prevista per l'applicazione dell'Imposta Municipale Propria (IMU) di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n.201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.214.

La base imponibile è rappresentata dalla rendita catastale (rendita da non confondere con il valore dell'immobile) rivalutata del 5% e poi moltiplicata per i seguenti coefficienti (previsti dal D.L. 201/2011 convertito nella Legge 214/2011 e successivi):
• per 160 per i fabbricati dei gruppi catastali A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 (con esclusione delle categoria catastale A/10;
• per 80 per i fabbricati della categoria A/10 e nella categoria catastale D/5
• per 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;
• per 55 per i fabbricati della categoria C/1
• per 65 per i fabbricati della categoria D (con esclusione della categoria catastale D/5)
• per 110 per  terreni agricoli, nonché terreni non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola
• per 135 per gli altri terreni agricoli
L'ammontare dell'imposta deve essere proporzionale ai mesi dell'anno solare durante i quali si è avuto il possesso: il mese in cui la proprietà o il diritto reale di godimento si è protratto solo in parte è computato per intero se il contribuente ha posseduto l'immobile per almeno 15 giorni, mentre non è conteggiato se il possesso è durato meno di 15 giorni. In sostanza, vale il criterio di "prevalenza temporale". Così, ad esempio, se un atto di vendita è stato stipulato il 16 marzo, il mese andrà computato per intero solo per il venditore.

 

Modalità di versamento

 

Il versamento deve essere effettuato tramite modello F24, in deroga all’articolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, secondo le disposizioni di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, nonché, tramite apposito bollettino di conto corrente postale al quale si applicano le disposizioni di cui al citato articolo 17, in quanto compatibili.

TABELLA CODICI TRIBUTO PER F24 – TASI 2014

 

Tipologia

 

Codice tributo

 

TASI, abitazione principale e relative pertinenze - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” 3958
TASI, fabbricati rurali ad uso strumentale - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” 3959
TASI, aree fabbricabili - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” 3960
TASI, altri fabbricati - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” 3961
TASI, interessi - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif. 3962
TASI, sanzioni - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif. 3963

 

Il Modello F24 è presentabile presso qualsiasi banca o sportello postale.
In sede di compilazione del modello F24 si raccomanda di verificare che il codice Comune riportato nel modello F24 sia “C948” (per il Comune di Concesio), in quanto eventuali errori materiali nell’indicazione ( o nella digitazione da parte degli intermediari ) del codice comportano l’accredito dell’importo versato ad un altro Comune, con conseguente difficoltà di recuperare l’importo stesso.
Nel caso i suddetti  errori siano imputabili all’’Intermediario ( Banche, Poste ) nella digitazione del codice lo stesso è tenuto ad effettuare la correzione. Si raccomanda, inoltre, nel caso di versamenti tardivi di provvedere a regolarizzare mediante il ravvedimento operoso e, nel dubbio, di contattare l’ufficio tributi.
Si raccomanda inoltre di verificare:
nello spazio “numero immobili”, indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre);
nello spazio “rateazione/mese rif”, indicare il numero della rata nel formato “NNRR” dove “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento e “RR” indica il numero  complessivo delle rate. Si precisa che, in caso di pagamento in un’unica soluzione, il suddetto campo è valorizzato con “0101”;
nello spazio “anno di riferimento”, indicare l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento.

Settore di riferimento

Settore Finanziario

Ufficio di riferimento

Tributi

Sede

PIAZZA PAOLO VI, 1 25062 CONCESIO

Orari

 

 

 

 

 

 

    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Allegati

TASI richiesta rimborso

Note: Allegato in ODT

Data di aggiornamento scheda

22/03/2016